Carpaccio,Palazzo Sarcinelli a Conegliano

mostra_vittore_benedetto_carpaccio_web

La mostra di Carpaccio a Conegliano dista solo 10 km dall’ Agriturismo” Ai Casoni” ,Codognè,cogliete l’occasione di un week-end  tra relax in piscina e cultura.

Quest’anno Palazzo Sarcinelli a Conegliano dal 7 marzo al 28 Giugno 2015 ospita l’ultimo sorprendente Carpaccio e la “scoperta” del figlio Benedetto ,dopo la mostra del 1963 al Palazzo Ducale a Venezia.

Tra la fine del XV e il primo quarto del XVI secolo la pittura a più riprese di Carpaccio si rivela influenzata dal clima storico del periodo caratterizzato da guerre, cambi di alleanze internazionali, eresie, inquisizioni, ricerche artistiche, ma al contempo sta maturando una epoca nuova più laica, drammatica, sperimentando  ed affinando anche un proprio linguaggio e spregiudicata che vede nella scena artistica  protagonisti giovani: Giorgione, Tiziano, Lotto, Pordenone e Sebastiano del Piombo.

L’esposizione mostra gli spostamenti di Vittore tra i confini settentrionali della Repubblica e  il territorio istriano, produzioni  orginali eccellenti.: la Pala di Pozzale di Cadore, l’Incontro tra Anna e Gioacchino per il San Francesco di Treviso, il trittico di Santa Fosca, la Pala francescana, le portelle d’organo del Duomo di Capodistria e altre numerose opere.

Anche il figlio Benedetto diverrà artista, istriano, ma le sue opere sono  una mutazione di quelle di Capaccio,il figlio adotta lo stile naif  con accese policromie.

Questa mostra rappresenta la seconda tappa, i vari materiali e segni, di un percorso iniziato con la mostra Un Cinquecento inquieto, da Cima da Conegliano e il rogo di Riccardo Perucolo, evidenziando  la sempre più fitta trama di rapporti tra le opere d’arte.